Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

venerdì 28 settembre 2012

Paletti e testate

Sui "paletti" messi per chi scrive. Per chi ama scrivere e lo fa per volare un po'. Qualcuno si libra come l'aquila del Fernet Branca, altri svolazzeranno a mo' di pollo incalzato per l'aia dalla roncola assassina del contadino-cuoco...
Ma nessuno si leva da terra se vien legato ai paletti.

C'è chi dirompe, e promette stragi di vincoli.
Così gli rispondo.



Ma se il paletto non si rompe?
Metti, cioè, che mi lascio integralmente andare, giungendo all'impatto in sfrenato stato di grazia, ma il legno non cede.
Se quando sollevo il grugno contuso è ancora evidente che il limite si impone, non mi rimarrà che assoggettarmi.
Prendo una bella idea e la stravolgo per adattarla al tema, o faccio a pezzi un buon racconto finché mi entra in mille ottocento caratteri, inclusi gli spazi fra le parole.
Cosa che incentiva l'uso di pochi vocaboli, lunghi e noiosi.

Insomma, ci vuole gente che spacca i paletti, e gli altri dietro, a scriver come gli viene e gli va.
Grazie delle tue testate!

____________________________________
www.spartacomencaroni.net