Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

lunedì 10 dicembre 2012

Il Tunnel



La luce cupa del tramonto illuminava solo le cime delle montagne. I pendii, aspri e scoscesi, erano già immersi nel chiarore grigiastro che segue il calar del sole.
Pochi prati brulli, intervallati da chiazze di bosco spogliato dal gelo, e qua e là punteggiati di gruppetti di case; la striscia d’asfalto dell’autostrada si snodava sospesa su vallate oscure e spopolate.
Luca guidava concentrato; il tratto che sale verso il valico appenninico non consente distrazioni. Accanto a lui, Laura osservava il paesaggio selvaggio e i pochi camion che arrancavano lenti sulla corsia di marcia.
Avevano spento la radio, dopo aver provato inutilmente a sintonizzarla.
“Certo che se completassero questa variante di valico…” attaccò Laura. Il silenzio in quel momento le sembrava pesante, come il cielo che si addensava di nubi.
Luca rispose con un mormorio di assenso. Una manciata di grosse gocce di pioggia si sfracellarono sul parabrezza; il tergicristallo le trasformò in altrettante strisciate.