Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

martedì 1 gennaio 2013

L’incantatrice di numeri



Questo post è scritto per il carnevale della matematica #57, che è ospitato sul blog di matem@ticamente di Annarita Ruberto.
E' dedicato alla figura di Ada Byron Lovelace

“Non credo che mi divertirei, ecco tutto.”
La giovane parlava con lo sguardo rivolto allo specchio che aveva davanti. Fece scivolare le mani sui fianchi, stirando le pieghe del corpetto che la stringeva fastidiosamente.
Alle sue spalle, la donna rimase in silenzio. Conosceva bene la piccola Ada Byron e aspettò che parlasse ancora.
Lei lo fece dopo un lungo minuto.
“I ricevimenti non fanno per me. Tutta quella noiosa conversazione, quella falsa cortesia.” Si girò, spostando il peso da una gamba all’altra. I suoi movimenti tradivano una sofferenza profonda.
“Grazie, miss Somerville, ma penso che resterò nella mia stanza a leggere un buon libro.”