Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

mercoledì 27 febbraio 2013

Calcolo approssimativo


Questo post partecipa al Carnevale della Matematica numero 59, che si svolgerà sul sito di DropSea il 14 marzo. Che si può scrivere 3.14 se vogliamo. Quindi, il tema del Carnevale, vien da sé, giusto?

“Non vorrei sembrare approssimativo…”
“Prego?”
Mario alzò lo sguardo dal libro e lo fissò in due occhi completamente gialli. Si impaurì, solo un poco, prima di pensare che l’anziano signore che l’aveva apostrofato con cortesia forse era malato.
“Ho detto che spero di non sembrare approssimativo.”

Mario pensò che essere apostrofato da uno sconosciuto, mentre stava leggendo seduto su una panchina al parco, era già abbastanza fastidioso. Figurarsi poi mettersi a ragionare su una domanda del genere. Così, risposte con diplomazia svogliata.
“Eh? No, no. Non c’è problema.” Disse con un germoglio poco convincente di sorriso.
“Ah, meno male.” Rispose l’altro, sollevato. Rimase lì in piedi, dondolando il suo peso da una gamba all'altra  fissandolo con quegli strani occhi sottili da gatto. Aveva un abito di Loden verde chiaro, che risultava nell'insieme elegante e simpatico.
Un ossimoro di lana cotta.