Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

mercoledì 17 aprile 2013

Strada verso casa

1. Fa freddo qui dentro. Fuori era caldo, c'era luce. Le immagino sono confuse, il sole si rifletteva nei campi di grano, con le spighe ondeggianti al vento. Ricordi vaghi, nebulosi. L’onda di luce rotolava sulle spighe come una cosa liquida e io mi sentivo galleggiare, capovolto in un oceano verde.  Poi sono annegato. Quello però era prima.

1. Ho chiesto di alzare la temperatura. Non riesco a vederli, ma in qualche modo le loro risposte mi raggiungono. Si confondono ai miei pensieri, sono come sensazioni difficili da distinguere dalle mie, eppure estranee. Il freddo fa parte della cura. La cura per cosa? Non posso continuare a scrivere, le mani mi fanno un male terribile.