Privacy

Questo sito fa uso dei cookies utilizzati dalla piattaforme blogger per garantire una migliore esperienza di fruizione dei contenuti e per raccogliere statistiche anonime sugli accessi e sulla visualizzazioni di pagina. Visitandolo ne accettiutilizzo secondo quanto previsto dalle norme specifiche di Google Inc. relative alla propria politica sulla privacy.

martedì 4 giugno 2013

Casa nuova

La casa nuova ha quell'odore, estraneo e familiare insieme, che hanno tutte le cose all'inizio. Fanno così anche le case, certamente, ogni volta che cambiano inquilino; sono nuove per te, che ci vieni una sera di primavera e lei ti aspettava, con le tapparelle tirate giù, i pavimenti puliti in fretta, le mura tinteggiate, tutto messo a posto come se fosse davvero la prima volta, che ci entra qualcuno.
Lo sappiamo entrambi che sono balle: sono un inquilino veterano, io.
So che adesso sembri un sogno perfetto, bella come una ragazza al primo appuntamento. Mi guardo in giro e sulle spalle sento il tuo, di sguardo. Avverto  la presenza inquieta dei tuoi difetti, quegli angoli ammaccati nei mobili, quei cigolii di armadi, quel tremolio di cassetto fuori squadra, quel rumorino insopportabile che farà una delle tue finestre quando qualcuno, da basso, aprirà il portone del condominio.